Sbiancamento denti: la guida definitiva

Benvenuto su equipemotta! Se sei giunto fino a qui, probabilmente anche tu, come tante altre persone, vuoi conoscere dei metodi per lo sbiancamento dei denti gialli e tornare a sorridere senza doverti vergognare del colore che la tua dentatura ha preso nel corso degli anni.

Nessun problema! Al giorno d’oggi esistono diversi metodi per “sbiancare” i tuoi denti e concedere allo smalto la tonalità che merita. Prima di tutto devi sapere che è la dentina che dona il colore alla nostra dentatura ma spesso e volentieri, essa incorpora tinte di diversi colori (con sfumature di grigio, giallo o rosso) e molte di queste appaiono anche nella parte superiore dello smalto e sono quindi visibili ai nostri occhi. Quindi, avere dei denti perfettamente bianchi dipende molto anche dalla genetica e i casi in cui una persona riesca ad ottenere uno smalto perfettamente pulito senza ricorrere a particolari procedure che si effettuano dai dentisti, sono molto pochi.

Hai poco tempo? Scopri Subito il miglior prodotto per lo sbiancamento dei denti!

Detto questo andiamo a vedere insieme come effettuare lo sbiancamento dei denti cercando di evitare i principali “nemici” della tua dentatura.

sbiancamento denti

– Il fumo di sigaretta

Già, fumare le sigarette ogni giorno, oltre che causare danni molto gravi alla nostra salute, causa l’ingiallimento delle tue 32 “zanne” nel giro di poco tempo e a lungo andare può portare anche alla loro caduta. Il fumo provoca diversi danni nel breve periodo: i fumatori hanno spesso i propri denti macchiati e giallastri, una minor percezione dell’olfatto e del gusto e uno smalto opaco che fa perdere molti punti al tuo sorriso. Spesso e volentieri anche le gengive vengono danneggiate dalle sigarette che provocano infenzioni e malattie come gengivite o la formazione di placca e carie. Se sei un fumatore accanito ti consiglio di smettere fin da subito l’uso delle sigarette (so che non è facile ma ci sono molti prodotti che possono aiutarti) e vedrai che in poco tempo i tuoi denti torneranno a splendere, ritrovando quel colore naturale che da tempo non vedevi. Se invece non sei un fumatore o comunque hai smesso da tempo, ti faccio i miei complimenti perchè sei sulla strada giusta per ottenere un sorriso smagliante.

fumo

– Colluttorio alla Clorexidina

Anche il colluttorio, se utilizzato in maniera regolare per un lungo periodo di tempo, può portare alla formazione di macchie nei denti, anche se non sono effettivamente dannose per la dentatura. Con questo non ti sto dicendo di non usarlo: cerca di sciaquare i denti con il coluttorio solo per brevi periodi di tempo (1 settimana o 2 al massimo ) o solo se strettamente necessario (come ad esempio un’infiammazione delle gengiva) creando degli intervalli durante il suo utilizzo.

corsodyl-colluttorio

– Caffè
denti
Se sei un bevitore implacabile di questa bevanda non devi preocuparti: è vero che il caffè può portare ad un parziale ingiallimento della dentatura ma puoi evitare la formazione di macchie semplicemente lavando subito dopo i denti con spazzolino e dentrificio, cercando di pulire bene anche la lingua.

tazzina_caffe
sbiancamento denti
Anche il tè, il vino, la liquirizia e i coloranti artificiali presenti nelle bibite o in alcuni alimenti possono causare l’opacizzazione dentale ma con una buona pulizia quotidiana puoi comunque aggirare questo problema.
Quindi, come puoi vedere, esistono alcuni prodotti che impediscono ai tuoi denti di ritrovare il loro naturale splendore ed è molto importante che il tuo spazzolino e dentifricio diventino i tuoi “migliori amici” per la lotta contro la formazione di macchie, tartaro e carie.
Continuando il nostro percorso per lo sbiancamento denti dobbiamo parlare del trattamento sbiancante che puoi richiedere al tuo dentista di fiducia. Il processo consente, attraverso l’utilizzo di sostanze sbiancanti che contengono un principio attivo molto potente, di ottenere degli ottimi risultati fin da subito ma devi tenere conto che alcune persone hanno dei denti geneticamente più bianchi di altri e quindi non tutti hanno lo stesso esito. Questa pratica consiste nell’esporre alla luce di lampade particolari le sostanze sopra citate che avviano delle reazioni chimiche con lo scopo di donare allo smalto il colore naturale (molto vicino al bianco).
In caso tu non voglia andare dal dentista, esistono prodotti “fai da te” che puoi tranquillamente acquistare in farmacia o su internet che possono aiutarti a cancellare quel fastidioso colore giallo dai tuoi denti.

FacebookTwitterGoogle+Condividi